Desogus Cartotecnica: un mondo di carta

Desogus Cartotecnica: un mondo di carta

All’inizio era una legatoria. Fondata nel 1928 dal nonno Erminio, la ditta Desogus di strada ne ha fatta tanta.

Ora viene gestita con grande determinazione da una coppia di fratelli, Silvia e Massimo, che hanno preso le consegne dai genitori. Laurea in Scienze Politiche Lui e diploma di Operatrice Turistica Lei, uniscono le proprie forze e, come spesso accade, senza un inizio ufficiale, ma giorno dopo giorno, affiancano il lavoro dei genitori, imparano la tecnica e man mano formano una propria visione del lavoro. Un passaggio generazionale in piena regola, senza forzature né imposizioni, piuttosto una presa di coscienza delle proprie capacità e della volontà di proseguire il cammino del nonno come prima, ma diversamente da prima.

Come spesso accade il tradere (tramandare) è un tradire. E’ nella natura delle cose. Si tramanda la conoscenza legata ad un mestiere artigianale e lo si trasforma adattandolo ai tempi, alla propria “vision”, ai nuovi mercati. In una parola lo si attualizza rendendolo sempre più competitivo sul mercato.

“La nostra azienda si è trasformata nel corso degli anni, sostiene Massimo - ad oggi abbiamo sviluppato due tipi di attività: la cartotecnica e la vendita all’ingrosso di varie tipologie di carta: carta da pacchi e da regalo, cartoncini colorati, cartone grigio e vegetale in fogli e bobine. Partiamo dalla carta e dal cartone e li trasformiamo in prodotti finiti. Ovviamente prima si studia il prodotto, si realizza una campionatura che sia esteticamente ineccepibile e nello stesso tempo sia fruibile. Spesso il cliente arriva da noi con l’immagine del prodotto che vuole realizzare ma ancora più spesso ha le idee confuse e quindi insieme costruiamo un prototipo”.

In che modo i prodotti si differenziano da quelli che realizzava il nonno? “Gli oggetti che realizziamo sono pezzi unici, ma affianchiamo la lavorazione artigianale del nonno alla lavorazione seriale dei macchinari; disponiamo, tra gli altri, di platine, incollatrici e macchine per stampa per svolgere lavorazioni di fustellatura, accoppiatura e stampa oro argento a caldo.”

Il risultato? Pezzi unici di altissima qualità: “Il nostro lavoro non può essere improvvisato ma richiede una conoscenza della tecnica accurata e molti anni di esperienza, lavoriamo con varie tipologie di colle per garantire un risultato qualitativo di altissimo livello”.

“Ogni prodotto cartotecnico viene ideato partendo dalle esigenze dei nostri clienti: supporto cartaceo, rivestimento, grafica, dimensione e forma si concretizzano in soluzioni di packaging artigianali e su misura.” Prendono così forma raccoglitori, custodie, scatole eleganti e uniche, espositori, totem, monografie, portacampioni, astucci, valigette, cartelline e tanto altro ancora.

Come si affronta la crisi? “Costruendosi un mercato elitario, garantendo una qualità alta del prodotto finito e aprendo le porte all’export; lavoriamo con la Francia e la Germania. Ultimamente abbiamo partecipato al B2B”.

Si tratta della prima edizione di “B2B creare mercato”, un grande happening organizzato per far incontrare aziende del territorio e delle aree vicine, con l’augurio che confrontandosi e mettendo in rete le diverse competenze, strategie e visioni innovative si possa battere percorsi nuovi che portano alla ripresa.